Derivata dalla suv compatta Q3, l’Audi Q3 Sportback ne è la versione dal look più dinamico: ha il tetto ribassato di 3 cm (l’altezza è di 156 cm), il padiglione inclinato nella parte posteriore e un accenno di spoiler nel portellone. A rendere più filante la silhouette contribuiscono inoltre gli 1,6 cm in più da un paraurti all’altro, che fanno crescere la lunghezza complessiva dai 448 cm della Q3 ai 450 cm della Q3 Sportback, mentre i finestrini laterali più bassi danno slancio alla vista laterale, dove spiccano inoltre i pronunciati passaruota ed i fascioni anti-graffio nella parte bassa della fiancata, come si usa per le fuoristrada. La parte anteriore, dominata dalla tipica mascherina della casa tedesca (optional la cornice nera), è analoga a quella dell’Audi Q3.

L’interno dell’Audi Q3 Sportback è reso più pratico dal divano frazionabile in tre parti e scorrevole in senso longitudinale di 13 cm, che permette di modulare lo spazio per le ginocchia degli occupanti o per i bagagli: portandolo tutto avanti, il baule contiene 530 litri con gli schienali in posizione d’uso e 1400 litri con gli schienali ripiegati, quanto basta per le esigenze di una famiglia. Di serie l’apertura e la chiusura automatizzata del portellone, anche azionabile con il movimento del piede: quando si hanno le mani impegnate, magari dopo essere usciti dal supermercato, basta far passare il piede sotto il fascione per azionare l’apertura.

A far percepire un senso di sportività al guidatore è anche la consolle, orientata di 10° verso il conducente. Sono compresi nel prezzo dell’Audi Q3 Sportback la strumentazione digitale di 10,1” (optional di 12,3”) e lo schermo a sfioramento del sistema multimediale MMI, di 10,1” a partire dal secondo livello di allestimento (per la base è di 8,8”). L’MMI può essere comandato anche a voce, è connesso ad internet per ricevere aggiornamenti in tempo reale (ad esempio per il traffico) e consente di gestire i servizi Car-to-X, che mettono in comunicazione l’auto con alcune infrastrutture stradali (dove previsto): i semafori ad esempio comunicano all’auto, che a sua volta lo indicherà nel cruscotto al guidatore, quale velocità media osservare per sfruttare l’”onda verde”, ossia per passare con il verde a più incroci di fila.

SUBITO CON CUE MOTORI – L’Audi Q3 Sportback sarà venduta in Italia a partire dall’autunno del 2019 con il turbobenzina 2.0 TFSI da 230 CV e il turbodiesel 2.0 TDI da 150 CV. Per entrambi è di serie il cambio robotizzato doppia frizione S tronic, ma solo la 2.0 TFSI è abbinata alla trazione integrale Quattro. Successivamente arriveranno il 2.0 TDI con il cambio manuale e il 4×4, un motore a gasolio più potente e un benzina con meno di 230 CV, dotato di un sistema ibrido leggero a 48 Volt per tagliare i consumi. La Q3 Sportback ha compresi nel prezzo l’assetto sportivo e lo sterzo ad assistenza variabile, più “morbido” a bassa velocità e più diretto quando si guida in modo brillante. Sul fronte degli aiuti alla guida non mancano il mantenimento in corsia, la frenata automatica con riconoscimento di pedoni e ciclisti, l’assistenza al parcheggio e il regolatore di velocità adattativo con funzione di arresto e ripartenza nel traffico a “singhiozzo”.

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.