Con l’arrivo dell’Audi Q8, si allarga l’offerta a ruote alte del costruttore tedesco: il nuovo suv-coupé introduce inediti concetti di design che presto esordiranno su altri modelli Audi. Lunga poco meno di 5 metri, la Q8 è costruita piattaforma modulare “MLBevo” – utilizzata pure su Porsche Cayenne e Lamborghini Urus, fa largo uso di alluminio per contenete il peso – e offre un vano bagagliaio da 605 litri (1.755 abbattendo gli schienali posteriori), con portellone elettrico di serie.

A livello stilistico l’ultima crossover dei quattro anelli si ispira alla mitica Ur-quattro, specie per quanto riguarda i parafanghi, la fanaleria posteriore a sviluppo orizzontale e la forma del montante C. Davanti figura un’evoluzione della calandra “Single-Frame”, di forma ottagonale. All’interno spiccano i due touchscreen del sistema MMI touch response: il principale, da 10,1”, gestisce Gps e infotainment; mentre il secondario, da 8,6”, fa da tastiera e console del climatizzatore. Completa il ponte di comando il cruscotto digitale da 12,3” con head-up display opzionale.

 

Di serie la trazione integrale ‘quattro’ con differenziale centrale meccanico: incrementa la poliedricità e la sicurezza del mezzo, che poggia su cerchi da 19” (a richiesta anche le ruote da 22”). A rendere la Q8 piacevole da guidare pensano il ‘servosterzo progressivo’– diventa più diretto all’aumentare dell’angolo di sterzata – gli ammortizzatori a regolazione elettronica (optional le sospensioni pneumatiche adattive) e l’asse posteriore sterzante: incrementa agilità o stabilità a seconda della velocità di marcia.

I propulsori beneficiano della tecnologia mild-hybrid (MHEV) con sistema elettrico a 48 Volt, che consente di limitare i consumi e le emissioni inquinanti. La Q8 può veleggiare col motore endotermico spento a velocità comprese fra 55 e 160 km/h, mentre in decelerazione recupera fino a 12 kW di potenza. Al lancio la vettura sarà disponibile col turbodiesel V6 3.0 TDI da 286 Cv e 600 Nm, il V6 3.0 TDI da 231 Cv e un benzina V6 3.0 TFSI da 340 Cv. Per tutte c’è il cambio automatico a otto rapporti con convertitore di coppia.

 

I sistemi di assistenza alla guida, di serie o a pagamento, sono raggruppati in quattro pacchetti: di base sono previsti la frenataautomatica d’emergenza e il Cruise control adattivo. La Q8 affronta autonomamente gli incolonnamenti del traffico, riconosce la segnaletica stradale e, se il guidatore perde i sensi, arresta la corsa allertando i soccorsi. Molte di queste funzioni sfruttano la centralina zFAS, che gestisce i dati provenienti da un massimo di 5 sensori radar, 5 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser.

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.