Un look da auto sportiva abbinato a tutta la funzionalità e versatilità delle suv: la Jaguar ha sintetizzato così la sua nuova proposta Jaguar E-Pace, di cui ha diffuso immagini e informazioni ufficiali. La novità ha dimensioni compatte e vuole offrire a un pubblico il piacere di una suv sportiva e di classe proposto con la sorella più grande F-Pace. La Jaguar E-Pace è infatti lunga 439 cm, cioè 34 cm meno della sorella maggiore F-Pace e 5 cm in meno della rivale più diretta, la BMW X1. Con il passo lungo 268 cm la silhouette della Jaguar E-Pace appare molto equilibrato e fluido, capace di trasmettere grande dinamicità. A questa impostazione di base si abbina un design “pulito” ed essenziale, con forti legami con l’impostazione della coupé F-Type, specie nel frontale.

Il colpo d’occhio offerto dalla Jaguar E-Pace è dominato dalla mascherina di dimensioni verticali contenute (almeno rispetto alla tendenza oggi diffusa) e dal profilo semplice. Un design senza fronzoli o linee inutili hanno anche le grandi prese d’aria laterali, su cui l’insieme sembra… “appoggiare”. La stessa logica di essenzialità la si ritrova nel profilo laterale, caratterizzato da sbalzi molto limitati e disegno fluente e privo di elementi ad effetto. Tutto “appoggiato” su ruote con cerchi che possono essere anche da 21”. Insomma, un grande esercizio di stile nel solco della tradizione di sobrietà e sportività della casa inglese.
Jaguar E-Pace

Si può dire che analoga filosofia di base la Jaguar E-Pace la presenti anche nell’abitacolo, progettato per ospitare cinque persone comodamente accompagnate da un bagagliaio di 577 litri di capacità (estensibili a 1.234 adattando lo schienale dei posti posteriori). Gi elementi dominanti paiono essere il volante utilizzato per ospitare numerosi comandi e la console centrale, dal design molto ordinato e con un elemento particolare che la caratterizza: la vistosa cornice che la chiude in alto e voler rendere esplicito che la console è di competenza di chi è al volante.

Fin dalla diffusione delle prime notizia sulla E-Pace, la Jaguar ha voluto sottolineare la ricca dotazione el modello. Il sistema multimediale adottato è il Touch Pro, con display centrale da 10” touchscreen, con il pacchetto InControl volto a offrire a chi è volante il pieno dominio della vettura. Quanto alle possibilità di “navigare” è prevista la connessione 4G con Wi-Fi di bordo. E non mancano gli elementi che mettono le possibilità della E-Pace a disposizione di tutti gli occupanti della vettura. È il caso delle 4 prese 12 volt per ricaricare i vari dispositivi e delle 5 attacchi USB.

Le sospensioni posteriori hanno una struttura articolata, chiamata Integral Link. Per sfruttare le doti strutturali la Jaguar E-Pace è dotata del sistema Configurable Dynamics il quale consente di predisporre le regolazioni che incidono sul comportamento stradale così che la vettura si addica nel miglior modo allo stile di guida di chi è al volante (si può regolare acceleratore, logica del cambio automatico e la risposta dello sterzo). E questo profilo “su misura” interessa anche le sospensioni, grazie al sistema Adaptive Dynamics.

La Jaguar E-Pace sarà disponibile con una gamma di motori tutti a quattro cilindri turbo della famiglia Ingenium, disposti trasversalmente nel cofano anteriore. Si parte con il diesel 2.0 nelle potenze di 150, 180 CV e 240 CV, per passare al benzina 2.0 offerto con 250 o 300 CV. L’unica versione disponibile con la sola trazione anteriore è la D150 2WD con il cambio manuale abbinato al diesel da 150 CV, mentre tutte le altre sono dotate di serie della trazione integrale. Il cambio automatico è il noto ZF a nove rapporti. Scorrendo la scheda tecnica della E-Pace salta all’occhio il peso: la più leggera della gamma, ancora una volta la D150 2WD manuale, fa segnare sulla bilancia 1700 kg, contro i 1430 kg della corrispondente versione della BMW X1 (la 18d sDrive). Ben 270 kg in più che la suv inglese dovrà portarsi appresso rispetto alla rivale tedesca, dovuti alla scelta di utilizzare il pianale della Land Rover Discovery Sport che, essendo stato sviluppato in origine per una suv adatta al fuoristrada, è evidentemente molto robusto e quindi pesante.

Al top è anche l’equipaggiamento di dispositivi per l’assistenza alla guida. La Jaguar ha comunicato che la E-Pace sarà disponibile con il sistema Autonomous Emergency Braking, che impiega una telecamera ed è in grado di rilevare la presenza di pedoni oltre che controllare la corretta posizione del veicolo nella corsia di marcia e “leggere” i segnali stradali e riportarli nel cruscotto. Per le manovre di parcheggio ci sono sistemi di assistenza sia davanti che dietro.

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.